The wind of change

The wind of change

E’ ormai chiaro che il sistema finanziario sia in ristrutturazione. In un articolo che troviamo sul sito www.omfif.org scopriamo che il cammino della moneta digitale a danno delle valute nazionali, verrà gestito dalle banche centrali, le quali hanno comprato 463 tonnellate di lingotti d’oro nel 2021.

Da anni ormai, la moneta elettronica (paypal ecc) divide et impera come metodo di pagamento. Ma le valute digitali dividono ancora di più. Queste ultime ricorrono ad un sistema chiuso simile al corso forzoso delle valute nazionali. Con la differenza che queste ultime, sotto il mirino dell’elusione e del contrabbando di capitali, andranno in disuso perchè meno controllabili. Si torna all’incertezza finanziaria.

Oggi che un bitcoin vale circa 45.000 euro contro i 65.000 dell’anno scorso. Che tipo di sbilanciamento periodico potrebbe avere il nostro risparmio oppure il valore della nostra casa, in un lasso di tempo molto ristretto? Perdita di valore senza avvisaglie. Molte sono le criptovalute che di criptico hanno solo il modo in cui vengono formate e gestite.



Combattere l’inflazione riduce i prezzi delle materie prime?

L’attrito è sospeso nell’aria mentre la Banca d’Inghilterra e la Banca centrale europea si muovono per inasprire la politica di fronte a un’inflazione più alta e più persistente. In un’azione non coordinata il 3 febbraio, la Banca d’Inghilterra ha alzato i tassi di interesse allo 0,5% dallo 0,25%, mentre la BCE ha segnalato il passaggio a una posizione significativamente più aggressiva nella sua prossima riunione monetaria decisionale del 10 marzo.

Un altro importante motivo è l’inflazione. Pare che questa volta sia di lunga durata, specie in Europa. Di conseguenza la diminuzione del valore del nostro risparmio è dietro l’angolo. Come sappiamo l’oro è il modo migliore per difendere il nostro capitale dalla perdita del potere di acquisto, dall’inflazione e dalla svalutazione monetaria.

Lo stesso World Gold Council è ottimista sulla diversificazione di portafoglio che vede l’oro come un bene in aumento di prezzo nei forzieri delle banche centrali. Senza grossi sacrifici, immobilizzare una parte dei propri risparmi in oro, ne accrescerà di conseguenza, nel medio periodo, il valore delle Riserve Auree Private.



Come cambia il rischio d’investimento

Il rischio del bitcoin dovrebbe essere basso. Invece in base alle speculazioni si posiziona sopra il rischio azionario. Per questo motivo oramai si usa “la torta” invece della Piramide di Maslow, con l’indicazione in una tabella di rischio che va dal livello 1 al livello 7.

Non è detto che il nuovo tonfo del bitcoin di questo periodo sia da prendere come un modo per introdurre questo metodo di potere finanziario come accettabile la criptovaluta. Ad esempio: ti cedo 6 bitcoin se tu mi vendi la tua casa del valore di 200.000 euro oppure di 220.000 dollari. Con questo procedimento si fanno degli affari…o dei disastri!

Il valore dell’oro è il sole, le valute (e crypto) sono i pianeti che girano intorno. La solfa non cambia. Per questo motivo copernicano, le banche nonostante tutto continuano a detenere oro fisico nei propri forzieri. La carta come il bit, hanno un valore intrinseco. L’oro invece è ricchezza perchè è indepauperabile, l’ultima spiaggia in caso di Game Over della moneta digitale a rischio di default sociale.



Il green finanziario e l’oro fisico

Oro, elettronica e criptovalute sono la frontiera del NWO (New World Order) mentre la disponibilità di oro da parte di Cina, Russia, India e Turchia diventano importanti nello scacchiere della politica internazionale. Lo strumento di controllo della società potrebbe far lievitare il prezzo dell’oro per la necessità delle banche centrali di pararsi strategicamente dietro un bene reale che non perde mai di valore e che pochi possono detenere.

In conclusione possiamo dire che il vento del cambiamento (anche costituzionale negli artt. 9 e 41) è certamente arrivato e gira intorno al credito sociale, una sorta di buona condotta, sia nella gestione della vita pubblica, sia nella gestione dei capitali e dei preziosi risparmi gestiti. Siamo sicuri della buona condotta dei gestori? Chi potrà comprare oro in futuro?


Luca Clemente

Immagine di copertina Focus Crescita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *